recorder, cello player & conductor

The Palm Court Quartet

PRESENTAZIONE
 
David Simonacci & Marco Palmigiani - violini
Lorenzo Rundo - viola
Giorgio Matteoli - violoncello 
 
Il quartetto di archi dal repertorio cross-over prende il nome dal luogo per eccellenza dove si incontrano musica classica, pop e jazz: i cortili interni con una vegetazione lussureggiante del Grand'Hotel appartenente all'epoca "Belle Epoque". Il suo repertorio va dalla famosa musica classica originale e trascritta, alle arie d'opera, dal musical alle altezze della musica jazz e pop. Originariamente nato come trio di archi con flauto nell'ottobre del 2003, il quartetto ha inaugurato una importante stagione da camera al prestigioso Teatro Olimpico di Vicenza ("Incontri sulla tastiera") con grande successo dai critici. Il Quartetto Palm Court si è poi esibito per diverse stagioni nazionali: "Concerti e Colline", "Corona Ferrea" di Monza, Brianza Classica Festival, Torino Classica, Festival Internazionale di Musica da Camera in Val d'Aosta, Festival Ultrpadaduum "Villa Oliva" Cassano Magnago, Terre d'Arezzo Music Festival ricevendo feedback entusiastici da parte delle autorità pubbliche e degli organizzatori.

 

David Simonacci

Nato a Roma, si diploma in violino e composizione con il massimo dei voti presso il Conservatorio di S. Cecilia in Roma ed in pianoforte nel 2009 con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio A. Casella dell’Aquila. Si è perfezionato per il violino con W. Marchner in Italia ed in Germania. Nel 2004 ha conseguito il diploma di perfezionamento in composizione con A. Corghi presso i corsi dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia; nel 2005, quale violinista dell’Helios trio ha concluso il corso biennale di musica da camera tenuto dal Trio di Trieste a Duino. Nel 2005, sempre quale membro dell’Helios Trio, ha conseguito il diploma di merito al corso di musica da camera tenuto dal Trio di Trieste presso l’Accademia Musicale Chigiana di Siena.Nel 2006 ha conseguito, con il massimo dei voti e la lode, la laurea di secondo livello in Discipline Musicali (composizione) presso il Conservatorio di S. Cecilia di Roma.Come solista e camerista (pianista e violinista) presenta al suo attivo numerosi concerti in varie città italiane presso importanti associazioni concertistiche quali l’Accademia Filarmonica di Bologna, l’Accademia Musicale Napoletana, L’Istituzione Universitaria dei Concerti di Roma, la Stagione dell’Auditorium del Massimo a Roma, il Festival Internazionale di Varsavia, il Festival di Rovigno (Croazia) il Festival dell’Accademia di Francia presso Villa Medici, il Festival di Nuova Consonanza ecc., eseguendo anche brani di autori contemporanei in prima esecuzione assoluta (Andrea ed Ennio Morricone, Matteo D’Amico, Giacinto Scelsi, e alcuni borsisti residenti dell’Accademia di Francia). In qualità di violino di spalla ha collaborato con: L’Orchestra Regionale del Lazio, L’Orchestra Roma Sinfonietta, l’Orchestra Mozart Sinfonietta, L’Orchestra da Camera InCanto. E’ stato membro dell’Ensemble di musica antica Concerto Italiano, con il quale ha effettuato tourneè in tutto il mondo presso le istituzioni più prestigiose, ed inciso diversi CD per OPUS 111. Suona regolarmente, anche come prima parte, con numerosi ensemble di musica antica quali: Concerto De’ cavalieri, Musica Antiqua Roma, Accademia Ottoboni, Insieme strumentale di Roma, Stradella Consort, L’Orchestra dell’Impresario, Ensemble Festa Rustica, ecc. Collabora dal 1995 con l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia e negli anni 1997/1998 ha ricoperto spesso il ruolo di concertino dei primi violini nell’Orchestra Giovanile dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia. Ha collaborato, in qualità di violino solista, con vari ensemble di musica contemporanea quali: Cluster ensemble, Gruppo Musica D’Oggi, Ensemble Algoritmo. Attualmente è membro dell’Ensemble “codice 602”, di recente costituzione, iniziando una stretta collaborazione con A. Corghi e producendosi al Teatro Regio di Torino, a Casa Paganini per la GOG di Genova ed al festival “I Luoghi Immaginari” di Ovada. Nel 2006, con la composizione “Preludi” per pianoforte, ha vinto il primo premio assoluto al concorso internazionale di composizione musicale ”Premio Valentino Bucchi”. Ha vinto il primo premio assoluto al “Premio Formia” in formazione cameristica con l’Helios Trio edizione 2005 ed il primo premio al concorso internazionale per pianisti – compositori “Franz Listz” edizione 2011. Per Brilliant Classics ha inciso l’integrale della musica per violino e pianoforte di J. Cage, ottenendo eccellenti recensioni in Italia ed all’estero su riviste specializzate (Amadeus, Le Monde De La Musique, ecc) e sempre per Brilliant Classics recentemente le XVI Dances di J. Cage per ensemble. Ha inciso con ensemble cameristici anche per VDM music/Rai Trade (autori contemporanei in quartetto d’archi) Sony Deuthesche Harmonia Mundi (musica da camera di Mozart). Nell’A/S 2007 – 2008 ha insegnato violino e quartetto presso l’Istituto Musicale Pareggiato di Lucca. Dal 2009  insegna violino presso scuole medie ad indirizzo musicale.Nell’estate 2011, ha tenuto una masterclass internazionale di prassi filologica di violino barocco a Tivoli, organizzata dalla Schola Palatina. Nel 2014 ha insegnato violi presso l’istituto musicale pareggiato ‘Paisiello’ di Taranto.Insegna presso i corsi pre –accademici del Conservatorio di S. Cecilia di Roma dal 2011. Ha suonato in diretta, in qualità di violino solista e camerista per varie trasmissioni di RADIO Tre. E’ socio fondatore dell’Associazione Synthesis, promotrice di diverse attività culturali. 

 

Marco Palmigiani

Nel 2010 consegue il diploma di violino presso il Conservatorio di Musica "L. Refice" di Frosinone, ottenendo il massimo dei voti e la lode. Successivamente si diploma in viola presso l'Istituto Superiore di studi musicali "G. Braga" di Teramo, ottenendo il massimo dei voti. Con il progetto Erasmus ha avuto modo di perfezionarsi presso il Conservatorio Reale di Anversa (Belgio), e ha lavorato come violinista presso i teatri tedeschi delle cittä di Münster (Städtische Bühnen Münster) e Dresda (Landesbühnen Sachsen).  A gennaio 2013 è ammesso al Biennio per la Formazione dei Docenti, conseguendo il diploma in Didattica della Musica Strumentale presso il Conservatorio di Frosinone. Attualmente alterna l'attività artistica con la docenza presso le scuole Medie a indirizzo musicale.
 
 
 
 

 

 

Lorenzo Rundo

si è diplomato in viola con il massimo dei voti e lode sotto la guida di Massimo Paris, nel Conservatorio di Musica “S. Cecilia” di Roma. Successivamente ha conseguito il diploma in Musica d’Insieme all’Accademia di S. Cecilia sotto la guida del Rocco Filippini. Si è laureato in viola a febbraio del 2007, con il massimo dei voti e la lode, sempre nel medesimo conservatorio sotto la guida di Massimo Paris, e in seguito nel 2010 si è diplomato in viola presso l ' Accademia di S. Cecilia. Nel giugno del 2002 ha suonato al Teatro Nazionale di Roma per la Festa della Musica. Ha ricevuto inoltre il premio “ Intendente” assegnato ai migliori diplomati del 2001. Nel luglio 2002 durante il Festival “Tivoli Classica”, si è esibito come solista suonando la Sinfonia Concertante per violino e viola di Mozart. Suona con diverse orchestre in qualità di prima viola e di solista, e in diverse formazioni cameristiche con predilezione per il quartetto. Con l’orchestra del Conservatorio di S. Cecilia si è esibito anche a Bruxelles, a Il Cairo e a New York. Collabora con l’Orchestra di Roma e del Lazio; l’Orchestra Millenium (come prima viola); l’Orchestra Mozart Sinfonietta (come prima viola); I Filarmonici di Roma con Uto Ughi; l’ Orchestra Opera InCanto (come prima viola); è membro stabile (anche con il ruolo di prima viola) dell’Orchestra Roma Sinfonietta con la quale si è esibito ad Atene, Tokio, Osaka, Torino, Roma, Milano, Bologna, Bari, Catanzaro, Brescia, Napoli, Firenze, Auxerre, Santander, New York, Venezia, Seoul, Vienna, Mosca, Città del Messico, Monterrey, Guadalayara, Belfast, Belgrado, Londra, Varsavia sotto la direzione di Ennio Morricone. Collabora con l’ Orchestra del Teatro dell’ Opera di Roma e ha ottenuto presso la medesima orchestra l’idoneità durante la scorsa audizione avvenuta  il 10/3/2008. Ha collaborato come prima viola durante il festival “Ughi per Roma” con l’ orchestra giovanile nel 2004 nel 2008 e nel 2009. E’ prima viola della Roma Tre Orchestra. Ha collaborato con “I Solisti Veneti” e con l' orchestra “Nuova Scarlatti” con il ruolo di prima viola. Recentemente ha collaborato con l' ensemble “Algoritmo” con il quale ha eseguito la prima italiana dell opera “luci mie traditrici” di Sciarrino alla sua presenza. Ha eseguito nel novembre 2010 la prima italiana dell Operina “For You” del compositore Michael Berkeley su libretto dello scrittore inglese Ian McEwan. E' membro del Quartetto d' archi Pitagora. E' membro della B.I.M orchestra anche con il ruolo di prima viola e collabora come prima viola con l' Orchestra Italiana del Cinema. 

 

Giorgio  Matteoli

E' diplomato in violoncello, flauto dolce e musica da camera presso il conservatorio di S. Cecilia nonché laureato in lettere ad indirizzo storico musicale presso l'Università di Roma. Oltre ad aver seguito studi  composizione, contrappunto e direzione d’orchestra nei conservatori di Milano e Como si è specializzato nell’esecuzione del repertorio antico, sia col flauto che col violoncello, collaborando con rinomati ensemble ed istituzioni concertistiche e tenendo recital e concerti in Italia e all’estero (Croazia, Francia, Montecarlo, Spagna, Albania, Ungheria). Autore di articoli musicologici per la rivista di musica antica Orfeo, CD Classic è attualmente docente di ruolo di flauto dolce e musica d'insieme per strumenti antichi presso il Conservatorio dell’Aquila. Fondatore dell' Ensemble barocco "Festa Rustica", annovera nella sua vasta discografia (iniziata con l’integrale dei concerti per flauto ed archi di F. Mancini, Cd premiato negli U.S.A. dalla rivista "Fanfare" come una delle migliori incisioni di musica classica al mondo per il 1995) anche un doppio cd di musiche inedite di F.A. Vallotti,  recentemente inciso, nella veste di direttore e violoncello solista,  in esclusiva per la prestigiosa rivista AMADEUS. Oltre a varie incisioni effettuate per diverse case discografiche come violoncello solista e accompagnatore di basso continuo ha inciso da solista le sei sonate per violoncello  basso continuo di Giacobbe Cervetto (Agorà) e il concerto in la minore per violoncello ed archi di A. Vivaldi (Agorà)